Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 – allegato VI . 4

L’attività di controllo periodica e la manutenzione deve essere eseguita da personale competente e qualificato.

Definizione e designazione delle classi dei secondo la norma UNI EN 2

La tipologia di estintori portatili omologati

Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 – allegato VI -6.2

Il legislatore ha fissato un tempo limite entro e non oltre il quale il manutentore deve effettuare la visita di controllo. Sei mesi.
La periodicità dei controlli, in funzione delle norme tecniche di riferimento o delle istruzioni del produttore può essere inferiore ai sei mesi.

Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 -articolo 4

Gli interventi di manutenzione ed i controlli sugli impianti e sulle attrezzature di protezione antincendio sono effettuati nel rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari vigenti, delle norme di buona tecnica emanate dagli organismi di normalizzazione nazionali o europei, in assenza di dette norme di buona tecnica, delle istruzioni del fabbricante e / o dell’installatore.

Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 – allegato 5.2

Il numero e la capacità estinguente degli estintori portatili devono rispondere ai valori indicati nella tabella 1 per quanto attiene gli incendi di classe A e B ed ai criteri di seguito indicati:

  • non meno di un estintore per piano
  • la superficie in pianta
  • lo specifico pericolo di incendio
  • la distanza che una persona deve percorrere per utilizzarlo (30 mt)

Indipendentemente dalla tabella il numero degli estintori portatili è determinato dalla distanza di 30 metri uno dall’altro e può essere aumentato in relazione al livello di rischio del luogo di lavoro.

Tabella 1 – superficie protetta da un estintore

Tipo di estintore Rischio basso Rischio medio Rischio elevato
13A- 898 100 m2
21A-113B 150 m2 100 m2
34A- 1448 200 m2 150 m2 100 m2
55A- 2338 250 m2 200 m2 200 m2